homepage versione italiana english version version français
lo studio Maurizio Cassano aree di intervento dove siamo
Consulenza societaria
Consulenza tributaria
Consulenza fiscale
Ristrutturazione di imprese
Terzo settore
Privacy
Internazionalizzazione dell'impresa
Consulenza finanziaria
Fiscal Due Diligence e pre-auditing
Consulenza del lavoro
Procedure concorsuali
Audit e Revisione Legale
Consulenza contabile
Link
rassegna stampa novità fiscali scadenze fiscali circolari dello studio pubblicazioni convegni novità
Istituzione dei codici tributo per il versamento della commissione per l’accesso o il rinnovo degli accordi preventivi bilaterali e multilaterali - art. 31-ter Dpr n. 600/1973
Venerdì, 14 Gennaio , 2022

L’art. 31-ter Dpr n. 600/1973, come modificato dalla legge di Bilancio 2021, prevede il pagamento di una commissione per le imprese intenzionate a presentare o rinnovare un’istanza di accordo preventivo bilaterale o multilaterale. La commissione viene determinata sulla base del fatturato complessivo del gruppo e il contributo è pari alla metà in caso di rinnovo dell’accordo.

Il Direttore dell’Agenzia delle Entrate, con il provvedimento dello scorso 2 novembre, ha definito le modalità di determinazione e di pagamento della predetta commissione.

La commissione in parola è versata mediante il modello di pagamento F23, indicando il relativo codice tributo.

Per consentire il versamento della suddetta commissione l’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 76/E del 21 dicembre 2021, ha istituito i seguenti codici tributo:

  • ’180T’ denominato ‘Commissione per l’accesso agli accordi preventivi bilaterali e multilaterali - art. 31-ter comma 3-bis del Dpr n. 600/73’;
  • ’181T’ denominato ‘Commissione per il rinnovo degli accordi preventivi bilaterali e multilaterali - art. 31-ter comma 3-ter del Dpr n. 600/73’;


(Vedi risoluzione n.76 del 2021)

| copyright STUDIO CASSANO ® Sito Ufficiale - Dott. Maurizio Cassano Commercialista | partita iva: 08603290159| site by metaping | admin |